Beatrice Greggio

Beatrice Greggio

Diplomata al Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza nella classe di canto della maestra Paola Fornasari Patti con la quale ha conseguito anche la laurea di Biennio Sperimentale al Conservatorio di Verona. Si perfeziona con il mezzo soprano Nadiya Petrenko.

Ha frequentato l’Accademia di perfezionamento artistico “Santa Cecilia” di Roma con il soprano Renata Scotto, attualmente perfeziona lo studio e l’interpretazione dei ruoli con il soprano Mara Zampieri.

Nello studio del repertorio è da sempre seguita dalla maestra Enza Ferrari.

Vincitrice di numerosi concorsi: “D’ Alaleona” di Fermo, “Gaetano Fraschini” di Pavia, “Camillo de Nardis” di Orsogna (AP), As.li.co. di Milano per il ruolo di Matilde nel G. Tell di G. Rossini, “Tito Gobbi” di Bassano (VI), “Voci Verdiane” di Busseto, “Concorso Nazionale delle Arti” indetto dal Ministero delle arti, università e ricerca per l’alta formazione artistica e musicale di Roma.

Ha debuttato i ruoli di: DONNA ELVIRA nel Don Giovanni di W. A. Mozart all’Opera Festival di Bassano (VI), nei Teatri di Savona, Imperia, La Spezia; AGATA ne “Le Cantatrici villane” di V. Fioravanti al Teatro Politeama di Lecce; DESDEMONA nell’ “Otello” di G. Verdi all’Opera Festival di Bassano (VI); ALICE nel “Falstaff” di G. Verdi con il Circuito As.li.co.; MIMI’ nell’opera “La Bohème” di G. Puccini al Teatro Art Center di Seoul, al Teatro Verdi di Padova e al Teatro del Turismo di Jesolo; LIU’ nella “Turandot” di G. Puccini nei Teatri di Lucca, Pisa, Livorno e Ravenna; SUOR ANGELICA nell’omonima opera di G. Puccini a Treviso in forma semiscenica; CIO CIO SAN nella “Madama Butterfly” di G. Puccini al Teatro di Gwanju (Corea del sud); NEDDA ne “I Pagliacci” di R. Leoncavallo e LOLA nella “Cavalleria Rusticana” di P. Mascagni al Teatro Verdi di Padova, NORMA nell’omonima opera di V. Bellini.

Ha collaborato con i seguenti Direttori: J. Kovatchev, Giampaolo Bisanti, C. Palleschi, T. Severini, Lu Jia, Ivaylo Krinchev, Morko Lettonya, Antonio Ballista, Stefano Romani, Roberto Spremulli e altri.

Il repertorio sacro l’ha vista interprete della “Petite Messe Sollennelle” e dello “Stabat Mater” di G. Rossini, del “Requiem” di G. Donizetti, della “Messa Solemnis op. 123” di L.v.Beethoven, della “Missa in Tempore Belli” di Haydn, del “Gloria” di Vivaldi.

Il repertorio concertistico l’ha vista interprete di numerosi concerti contemporanei su composizioni dei Maestri: G. Bernardini, I. Petri’c, R. Miani, B. Beggio.